Mostra: Paesaggi Possibili 1-23 Marzo 2013


Bologna, in un contesto storico di pregio, presso l'Urban Center della Salaborsa di Bologna, è stata inaugurata in data 1 marzo 2013 la mostra "Paesaggi Possibili".

Ad intervenire sono stati Michela Pasquali, quale curatrice del concorso LinariaTesi e socio AIAPP, Anna Letizia Monti, Presidente Nazionale AIAPP, Gabriele Annicchiarico, antropologo e tesista del concorso LinariaTesi.

 

 

Michela Pasquali;

la mostra nasce a seguito del concorso partito da Linaria, un'organizzazione non profit che nasce nel 2011. Il concorso richiedeva tesi inedite, conseguite in Italia presso qualsiasiIstituzione su temi precisi: ambiente, natura e biodiversità agricoltura e città, ecologia e sostenibilità, arte e architettura del paesaggio.
La risultante è stato una selezione tra oltre cinquanta progetti ricevuti da tutta italia,l e tesi presenti alla mostra mostrano la strasversalità degli stessi, arrivate da tutta Italia e da differenti realtà, provenienti da facoltà di filosofia, scienze naturali, sociologia, architettura, agraria e molte altre.
La mostra nasce come bisogno di condividere le potenzialità degli studenti davanti a temi così importanti e a tutt'oggi di rilevanza ambientale, sociale e culturale.

 

Michela Pasquali e Anna Letizia Monti
Michela Pasquali e Anna Letizia Monti

Anna Letizia Monti; 

la mostra inaugurata riguarda il paesaggio, perchè il paesaggio è tutto ciò che ci circonda. Il concorso nasce per giovani studiosi, ci permette di percepire la vivacità culturale del nostro paese, attraversando diversi temi e sviluppando soluzioni in maniera approfondita, affrontando aree abbandonate o con serie problematiche. Si evince che la voglia è quella di trasformare zone degradate in zone di qualità.

Chi altro se non la Convenzione Europea del paesaggio può spiegare l'essenza di questa mostra:

"...il paesaggio é in ogni luogo un elemento importante della qualità della vita delle popolazioni nelle area urbane e nelle campagne, nei territori degradati, come un quelli di grande qualità, nelle zone considerate eccezionali, come in quelle della vita quotidiana."
Andando a godere i paesaggi di qualità e nella dimostrazione che un futuro migliore è un miglioramento dell'attuale città.


Per questo Aiapp ha avanzato una proposta di legge, che prenda seriamente questi argomenti:

"....chiede ai candidati al Parlamento della 17° legislatura di essere artefici di una rivoluzione epocale, che ponga il paesaggio al centro dell’attività parlamentare,ed in particolare:

1. l'obbligatorietà del Progetto di Paesaggio per tutte le opere infrastrutturali e insediative (urbane,commerciali, produttive), con lo scopo di garantire la più alta qualità diffusa alle trasformazioni chesegneranno il futuro dell'Italia nei prossimi anni.

2. una legge per la qualificazione dei paesaggi urbani e periurbani, che ponga al centro dellepolitiche territoriali, di trasformazione e rinnovamento delle città la qualità dello spazio aperto pubblico,capace di innescare virtuosi processi di miglioramento della vita dei cittadini, dell'abitare, delprodurre;

3. una legge per il consumo sostenibile del suolo, che coinvolga direttamente le politiche agricole delnostro Paese, capace di invertire la tendenza all'abbandono ed alla de-qualificazione dei paesaggidell'agricoltura italiana, dando rinnovata centralità al ruolo delle pratiche agricole quali costruttrici di paesaggio."


Il testo completo lo si può trovare:
http://www.aiapp.net/images/stories/eventi/Conferenze%20Stampa/34_13_appello_ai_parlamentari.pdf

 

Gabriele Annichiarico;

la tesi presentata dimostra la voglia di integrare in una città come Bologna, l'agricoltura, inserendo aree verdi e promuovendo orti pubblici, attraverso l'autogestione e l'autodeterminazione dei partecipanti, perchè attraverso questi gesti si può tornare a vivere la città.

 

La mostra rimarrà aperta fino al 23 marzo 2013, presso l'Urban Center della Sala Borsa, Piazza Nettuno 3, Bologna.

(©R.R)

Commenti: 0